closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Sulle tracce del Big Bang e dei pianeti extrasolari

Nobel. Il premio per la Fisica al cosmologo canadese James Peebles e ai due astronomi svizzeri Michel Mayor e Didier Queloz. Premiati ancora una volta tre uomini, nessun riconoscimento per il lavoro delle scienziate

È la quarta volta in vent’anni che l’Accademia reale delle scienze di Stoccolma premia con il Nobel della fisica la ricerca spaziale. Ieri l’ha fatto dando metà del premio al cosmologo canadese James Peebles, e l’altra metà ai due astronomi svizzeri Michel Mayor and Didier Queloz. Ancora una volta tre uomini, e ancora una volta dal nord del mondo. Stavolta, poi, l’assenza di una donna in concreto, morta solo tre anni fa, è ancora più stridente: Vera Rubin. Con Peebles, infatti, l’accademia svedese ha premiato negli ultimi anni tutti quei fisici che sono stati capaci di costruire l’impalcatura teorica e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.