closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Spotify rimuove la norma sull’«hate content»

Musica. La piattaforma streaming ha annunciato ieri un passo indietro sulle sue nuove politiche sui contenuti, ammettendo che le linee guida erano troppo vaghe

Annunciata lo scorso 11 maggio, la nuova normativa di Spotify sull’«hate content» - i contenuti che incitano all’odio - e l’«hate conduct» - i comportamenti più o meno criminali degli artisti - è già stata fatta saltare dalla piattaforma streaming musicale. Lo ha annunciato ieri la stessa compagnia con un comunicato: «Anche se siamo convinti della bontà delle nostre intenzioni, il linguaggio utilizzato era troppo vago, abbiamo dato luogo a confusione e preoccupazione, e non abbiamo passato abbastanza tempo a consultare il nostro team e i nostri partner prima di rendere pubbliche le nostre nuove linee guida». Spotify si era...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.