closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Spese militari fuori dal Fiscal Compact in nome dell’emergenza

Come si crea il diritto europeo all'emergenza. Il presidente della Commissione Ue Juncker approva un altro tassello del diritto speciale continentale dopo i trattati sull'austerità. Le spese per finanziare eserciti e polizia contro il terrorismo non saranno conteggiate nel patto di stabilità. Potrebbe essere una moratoria totale sulle spese militari, mentre si tagliano welfare, sanità, tutele. Gli unici strumenti di pace contro il terrorismo. L'Europa sprofonda nell'abisso.

Le spese per finanziare eserciti e polizia contro il terrorismo non saranno conteggiate nel patto di stabilità. Il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha recepito la richiesta avanzata da François Hollande. Oggi lo stato di emergenza sarà recepito nella costituzione francese. Domani varrà per l'Europa. In un dibattito sul futuro dell'Europa organizzato da tre quotidiani belgi ieri a Bruxelles, Juncker ha definito gli attacchi di Parigi «atti di guerra compiuti in Europa» e ha parlato dell'Isis come del «nemico numero uno per l'Europa e non solo». Si è detto inoltre convinto che «Usa, Russia ed Europa devono lavorare insieme...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi