closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sea Watch, lo sbarco dei 363 naufraghi nel porto di Augusta

#ilmanifestodibordo. La nave umanitaria è arrivata alle 18 di ieri. Tamponi e quarantena per le persone soccorse e l'equipaggio

Dal ponte della Sea-Watch 3 alcuni migranti guardano la nave quarantena

Dal ponte della Sea-Watch 3 alcuni migranti guardano la nave quarantena

Sono le 18 in punto quando la Sea-Watch 3 attracca finalmente nel porto siciliano di Augusta. Da un lato il sole arancione che tramonta, dall’altro il profilo fumante dell’Etna in lontananza. L’ingresso è scortato da una motovedetta della guardia di finanza e una della guardia costiera. Quest’ultima ha scritto in testa: Sar (ricerca e soccorso). A salutare calorosamente ci sono l’equipaggio della nave Aita Mari della Ong Salvamento Maritimo Humanitario, che sta trascorrendo l’isolamento sanitario in rada dopo l’ultima missione, e i migranti che al momento si trovano a bordo della Gnv Splendid, una delle navi quarantena. L’altra, la Gnv...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi