closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Sciopero, per il governo greco non è più un diritto

Lavoro. La nuova legge prevede uno stretto controllo sui sindacati e le loro proteste. Nel caso di organismi pubblici sarà obbligatorio ricorrere al “dialogo” con un ente preposto per la mediazione, in cui non sono rappresentate le sigle di base

Atene, manifestazione contro la riforma del lavoro nel giugno scorso

Atene, manifestazione contro la riforma del lavoro nel giugno scorso

A fine agosto, con i lavoratori ancora in vacanza, il governo di destra greco ha ritenuto che fosse il momento giusto per dare il colpo definitivo al diritto di sciopero. Con una circolare firmata non dal ministro Kostis Chatzidakis ma dalla segretaria generale del ministero del Lavoro, si comunica che dal primo settembre entrerà in vigore la legge anti-sciopero votata a giugno unicamente dai deputati della maggioranza di governo. Il diritto allo sciopero è garantito dalla Costituzione del paese, quindi il governo di Kyriakos Mitsotakis ha furbescamente scelto la via traversa, rendendo tale diritto nei fatti impraticabile. LA NUOVA LEGGE...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.