closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Proteste di Bangkok, parla il leader italo-thailandese

Asia. Elia Fofi - nipote del giornalista, critico e scrittore Goffredo - è cresciuto in Thailandia, dove sta partecipando alle proteste degli ultimi mesi. Ha anche subito un arresto. Racconta l'evoluzione della mobilitazione

Proteste a Bangkok

Proteste a Bangkok

«Siamo sotto un regime fascista». Fofi, attivista di lunga data, commenta così gli avvenimenti degli ultimi mesi. «Non voglio neanche chiamarlo governo». È finito in carcere a Bangkok il 16 ottobre per avere violato il severo stato di emergenza dichiarato il giorno prima dal Primo Ministro Prayut Chan-o-cha. Fofi, 29 anni, rievoca con voce serena i momenti dell'arresto. In dieci arrivano a prenderlo davanti al centro commerciale Siam Discovery di Bangkok, in una delle zone-fulcro della protesta. Altri cinque attivisti vengono portati via insieme a lui. Lo stato di emergenza proibisce gli assembramenti di più di cinque persone e permette...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.