closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Piacere, mister Tria», il volto responsabile del populismo

Braccio di ferro. All’Ecofin a Vienna il ministro dell’Economia riceve le lodi dei commissari Ue. Moscovici: «Però l'Italia riduca il deficit strutturale»

il ministro Tria con il suo omologo greco Euclidis Tsakalotos

il ministro Tria con il suo omologo greco Euclidis Tsakalotos

Parole diverse, concetto identico. Il commissario europeo al Lavoro Moscovici, morbido per eccellenza, invita il governo italiano al «realismo», giusto un attimo prima di incontrare a Vienna, occasione la riunione Ecofin, il ministro Tria. Poche ore dopo il vicepresidente Dombrovskis, che invece fa il duro a tempo pieno, parla di «buon senso». Lui però si esprime dopo l’incontro, in conferenza stampa, e la sua non è un’esortazione ma un complimento rivolto a Tria. Il ministro dell'Economia di Roma, dunque, ha detto ai commissari di Bruxelles quel che volevano sentirsi dire. «Mi ha assicurato che al momento il bilancio in preparazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.