closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Ibtisam Azem, se un giorno i palestinesi sparissero

Narrativa. «Il libro della scomparsa» di Ibtisam Azem, pubblicato da Hopeful Monster

Ibtisam Azem

Ibtisam Azem

Può succedere che le cose ritornino visibili solo quando sfuggono allo sguardo. Che un’eclissi, invece che rabbuiare, illumini. Dia luce a comportamenti, aspirazioni, assenza o presenza dell’umanità individuale e collettiva. Così una scomparsa può farsi rivelazione, l’intangibilità dell’altro svelare la reale natura di sé. Nella Palestina storica è accaduto nel 1948. Nel romanzo di Ibtisam Azem accade oggi. Ne Il libro della scomparsa (Hopeful Monster, pp. 184, euro 23) la scrittrice palestinese, nata e cresciuta a Taybeh, a nord di Giaffa, immagina un assurdo: una mattina qualsiasi gli israeliani si svegliano e i palestinesi non ci sono più. Dissolti, volatilizzati....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.