closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Nuovi cartelli «pro life», appello delle donne alla sindaca Raggi per rimuoverli

Campagna di odio contro i 40 anni della 194. I poster firmati da una piattaforma con sede a Madrid e legami con gli ultrà cattolici anti gay negli Usa

il manifesto pro life apparso in via Salaria a Roma

il manifesto pro life apparso in via Salaria a Roma

È successo di nuovo: grandi poster scioccanti e assurdi di attacco alla legge 194 sono comparsi sui muri di Roma negli spazi dell’affissione pubblicitaria a pagamento. Questa volta l’accostamento è tra un tema rovente, come quello dei femminicidi, e l’aborto, anche se il legame di causalità che si legge nello slogan determina solo una piroetta di senso poco logica. Via Salaria, via Nomentana: i manifesti sono apparsi lungo le vie consolari ad alto scorrimento e non sono sfuggiti alle femministe di «Se Non ora Quando» che tramite il sito Rebel Network hanno subito raccolto le adesioni per chiedere alla sindaca...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi