closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Nel Piano Ue tutti i mostri che restano dentro

Consiglio europeo. Il documento ufficiale, «Una nuova agenda strategica 2019- 2024», è disperante e non mette a fuoco i veri problemi dell’Unione: razzismo, oscurantismo, sovranismo, destra estrema

Qualche giorno fa ci era arrivata una scarna ma brutta bozza del documento conclusivo del primo Consiglio Europeo dopo le elezioni. Abbiamo sinceramente sperato fosse frutto di qualche burocrate della Commissione che, come i giapponesi nascosti nella foresta anni dopo la fine della guerra, non si fosse accorto del segnale arrivato con il voto del 26 maggio. E invece, il breve ma intenso documento ufficiale Una nuova agenda strategica 2019- 2024 pubblicato in questi giorni a firma Consiglio Europeo, al netto della grafica accattivante e di qualche aggiustamento, conferma in toto un approccio che definire disperante è poco. Le poche righe...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.