closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Né esotismi, né cliché in Abdulrazak Gurnah, solo umani fatti merce

NOBEL LETTERATURA. Gli effetti secolari del neo-colonialismo e i destini dei rifugiati, nei suoi libri privi di funambolismi verbali. Nel suo romanzo più noto, «Paradiso», la riscrittura rovesciata del «Cuore di tenebra» di Joseph Conrad

Un ritratto di Abdulrazak Gurnah, foto di Getty Images

Un ritratto di Abdulrazak Gurnah, foto di Getty Images

A distanza di trentacinque anni, dopo avere premiato il nigeriano Wole Soyinka, il Nobel per la Letteratura torna a uno scrittore africano non bianco, con una scelta che ha colto molti di sorpresa (e che lo stesso autore, all’annuncio di ieri, ha inizialmente considerato uno scherzo). Nato e cresciuto a Zanzibar e di lingua madre swahili, Gurnah lasciò il suo paese a diciotto anni, per fuggire dalle persecuzioni anti-arabe seguite alla Rivoluzione di Zanzibar. Durante gli studi universitari in Gran Bretagna, scelse di scrivere in inglese, ma diventò docente di letteratura in Nigeria, prima di passare all’Università del Kent fino...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.