closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Moschee sciite, a Kabul e Mazar stragi dell’Isis

Soldati Usa in Afghanistan

Soldati Usa in Afghanistan

Sono due nel giro di 24 ore gli attacchi alla minoranza sciita dell’Afghanistan che hanno ucciso oltre una trentina di persone e ne hanno ferite a decine durante la vigilia e la festa dell’Ashura, l’inizio del primo mese del calendario islamico (Muharram) e commemora la morte di Husain ibn Ali, il nipote del profeta Maometto. L’ultima strage in ordine di tempo è di ieri, con una bomba che è esplosa fuori da un tempio sciita a venti chilometri da Mazar-i-Sharif, la capitale della provincia settentrionale di Balkh. I morti erano già saliti a 15 nel pomeriggio di ieri, mentre i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi