closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Meglio lasciare in pace i fantasmi

Intervista. Lo scrittore brasiliano Daniel Galera, autore del romanzo «Barba intrisa di sangue» (edito da Sur) sarà ospite oggi in Italia alla Grande invasione di Ivrea. «Scrivere fiction è come progettare modelli in un mondo incompleto: si raccolgono pezzi in una struttura imperfetta e la si riempie di visioni e sensazioni»

Daniel Galera

Daniel Galera

Ogni mattina, quando si sveglia, il protagonista del romanzo Barba intrisa di sangue mette a fuoco il suo viso per qualche minuto e poi lo dimentica. È affetto da una rara malattia che non gli permette di fermare nella memoria nessuna faccia, nemmeno la sua. Ed è forse proprio per questo che, alla morte del padre per suicidio, lascia Porto Alegre per andare a vivere in un piccolo borgo sul mare, abitato da pescatori, perdigiorno e probabili fidanzate. Non è una destinazione casuale: è lì che, molti anni prima, è scomparso suo nonno Gaudério, forse assassinato. Ed è lì che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.