closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Manovra, l’Ue rimanda l’Italia

Legge di Stabilità. Via libera solo a metà: in primavera l’Europa deciderà se concedere la flessibilità. Confermate da Bruxelles anche le critiche sull’abolizione della Tasi

Il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan

Il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan

Anche se Renzi e Padoan fanno finta di niente, la notizia è pessima e soprattutto inattesa. Il via libera della commissione Ue alla legge di stabilità c’è soltanto a metà: l’Italia resta una sorvegliata speciale. Di fatto il verdetto europeo sulla manovra di Renzi suona come un chiaro: «Rimandato ad aprile». In quel mese infatti, dopo aver vagliato il programma di stabilità, la commissione deciderà se concedere o meno la flessibilità invocata dall’Italia. Gli occhiuti esaminatori baseranno la loro scelta, dice il testo licenziato ieri dalla commissione, valutando «se le deviazioni richieste sono effettivamente usate per aumentare gli investimenti» e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi