closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Lo Spallanzani lancia Sputnik: accordo per i test sulle varianti

Lombardia, caos prenotazioni. A Cremona, Monza, Como, Varese dosi pronte ma nessuno in fila: ennesimo errore della piattaforma regionale Aria

Centro vaccinale al Parco della Musica, Roma

Centro vaccinale al Parco della Musica, Roma

Nei paesi Ue il vaccino Sputnik V non arriverà prima di giugno, dopo l’autorizzazione Ema: questa la previsione del fondo sovrano russo Rdif che detiene il brevetto. Ma intanto l’Italia si muove. L’8 marzo l’annuncio dell’accordo per la produzione dello Sputnik in Italia firmato da Rdif e dall’azienda farmaceutica italo-svizzera Adienne Pharma&Biotech, che utilizzerà due stabilimenti: uno in Lombardia, l’altro nel Centro Italia, pronti a fornire 10 milioni di dosi da luglio 2021 a gennaio 2022. Ieri un altro passo verso l’apertura al siero russo: «In attesa dell’Ema - ha annunciato il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti - tra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi