closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Le tasse e il ritardo della classe politica

Mario Draghi

Mario Draghi

Tra le conseguenze a lungo termine della pandemia, l’aumento del debito pubblico è sicuramente una delle più rilevanti. Come ricordato su questo giornale, ai 132 miliardi di debiti sinora contratti con diversi interventi di «scostamento» se ne dovranno a breve aggiungere altri, e altri ancora saranno necessari nei mesi a venire. Se, come pare, è realistico ipotizzare un fabbisogno di 20 miliardi al mese (ma già in aprile saranno il doppio), a fine 2021 il totale dell’indebitamento causato dal Covid-19 avrà superato i 300 miliardi di euro. Cifre astronomiche, che porteranno l’esposizione finanziaria complessiva del nostro Paese a un passo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi