closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La fuga dei bambini dal Marocco, l’umanità si ferma alla frontiera

La rotta spagnola. Ottomila arrivi in pochi giorni, un quarto minori, respinti nell’enclave di Ceuta. Madrid accusa Rabat. È crisi diplomatica

Ceuta, migranti respinti si gettano in mare

Ceuta, migranti respinti si gettano in mare

La Spagna è immersa in una crisi umanitaria senza precedenti. In meno di 48 ore sono entrate, soprattutto a nuoto, circa 8.000 persone attraverso le frontiere di Ceuta e Melilla, le due enclave spagnole incuneate in Marocco. Di queste, sembra che almeno un quarto siano minorenni. NON SI ERA MAI VERIFICATA un’entrata così massiccia in così poco tempo attraverso le frontiere spagnole di queste due città considerate alla stregua di regioni della costituzione spagnola. Dopo alcune ore di incertezza lunedì, ieri è diventato chiarissimo che si tratta di una manovra del governo marocchino che non solo non ha impedito come...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.