closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La finanza internazionale compatta: «A guadagnarne saranno gli Stati Uniti»

Conseguenze della Crisi Turca. Con l’innalzamento dei tassi da parte della Fed i capitali lasceranno i paesi più deboli

Analisti di borsa preoccupati dalla crisi turca

Analisti di borsa preoccupati dalla crisi turca

L’autunno della finanza italiana e internazionale si preannuncia caldissimo. Ma non è escluso, sussurra un broker di piazza Affari interpellato mentre si gode un po’ di spiaggia a Formentera, che già agosto sia destinato a surriscaldarsi pericolosamente. «Certo, la decisione di Donald Trump di raddoppiare i dazi su acciaio e alluminio provenienti dalla Turchia non aiuta, anzi rischia di provocare un corto circuito assai vischioso e incontrollabile che potrebbe coinvolgere anche l’Europa e le sue istituzioni finanziarie. Sa cosa le dico? La minaccia di Erdogan di cambiare alleanze internazionali non dovrebbe preoccupare soltanto i governi ma anche le istituzioni finanziarie...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.