closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

La desertificazione antropica lascia vastissime aree della Sardegna nell’abbandono

Declino demografico . In cinque anni (2016-2021) sono andati persi oltre 50mila residenti, calcola uno studio delle Acli: «I territori si svuotano, con interi paesi a rischio di estinzione nel giro di pochi decenni»

Spopolamento nel nuorese

Spopolamento nel nuorese

La principale causa degli incendi in Sardegna si chiama spopolamento. I territori aggrediti dalle fiamme sono anche zone in cui le campagne, le montagne, i boschi si sono progressivamente svuotati di presenza umana. Una desertificazione antropica che lascia vastissime aree dell’isola esposte all’abbandono e all’incuria, con conseguenze sempre più gravi sugli gli equilibri ambientali, a cominciare appunto da una crescita esponenziale del rischio che il fuoco divori tutto. La situazione è fotografata in tutta la sua drammaticità da un report dell’“Osservatorio sulle migrazioni regionali in Sardegna” delle Acli, reso noto pochi giorni fa. Sono numeri che confermano un continuo processo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.