closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

La Bce avverte l’Italia: «Le pensioni non si toccano»

Il monito di Francoforte. Dopo le riserve del ministro Tria un nuovo stop al governo: «I paesi ad alto debito devono persistere sulle riforme, e non fare dietrofront». L’ufficio parlamentare di bilancio mette in evidenza il contributo dei migranti alla previdenza

Il governatore della Banca centrale europea, Mario Draghi

Il governatore della Banca centrale europea, Mario Draghi

Se non bastassero già le molte riserve espresse dal ministro dell’Economia Tria su possibili eccessi di spesa pubblica, ieri è stata la Bce a mettere in guardia il governo gialloverde riguardo alla legge Fornero: in caso di un dietrofront rispetto alla riforma, l’equilibrio dei conti italiani sarebbe a rischio. Minaccia che Francoforte vede concreta: «In alcuni Paesi (per esempio Spagna e Italia) sembra esserci un elevato rischio che le riforme delle pensioni adottate in precedenza siano cancellate», ha spiegato la Banca centrale europea nel suo bollettino. AL CONTRARIO, RIPRENDE la Bce, «in diversi paesi con livelli già elevati di debito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.