closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Israele e Hamas accettano il cessate il fuoco

Gaza. L'entrata in vigore era attesa la scorsa notte all'una ora italiana. Si tratta di una tregua molto fragile frutto delle pressioni internazionali sul governo Netanyahu. Sullo sfondo c'è Gaza con i suoi 232 morti e le sue distruzioni.

Si è chiusa ieri sera con un via libera unanime al cessate il fuoco con Hamas la riunione del gabinetto di sicurezza israeliano. Lo ha annunciato il Jerusalem Post aggiungendo che i punti dell’intesa mediata dall’Egitto sarebbero stati definiti nel corso della notte. Si sono rincorse per tutta la serata le indiscrezioni sulla disponibilità data da Israele ai mediatori egiziani per un cessate il fuoco unilaterale. Mentre Tom Wennesland, l'inviato Onu per il Medio Oriente, è andato in Qatar per strappare il sì alla tregua dei dirigenti di Hamas, tra cui Ismail Haniyeh, che vivono a Doha. Che morte e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi