closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Isis e Erdogan si preparano alla battaglia per Mosul

Iraq/Siria. Lo Stato Islamico blinda la città e recluta i bambini, la Turchia invia altre truppe al confine e umilia Baghdad. Usa e Russia riavvieranno sabato il dialogo sulla Siria

Le truppe di Baghdad verso Mosul

Le truppe di Baghdad verso Mosul

«Spezza il cuore vedere i bambini di Mosul diventare futuri terroristi. Ho insegnato a mio figlio a fingersi autistico per non essere reclutato da Daesh. Sono disperati e potrebbero costringere i bambini a combattere». È il messaggio raccolto dalla Reuters da un residente di Mosul via WhatsApp. Oggi Facebook, Viber e WhatsApp sono gli unici strumenti per comunicare con l’esterno. Un milione e mezzo di persone ancora residenti dopo la fuga di massa del giugno 2014 nelle ultime settimane assistono ai preparativi dello Stato Islamico in vista della controffensiva che Baghdad intende lanciare – si dice – entro fine mese....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi