closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

In marcia, Barcellona capitale dell’indipendentismo

Catalogna. Oltre mezzo milione di persone da tutta la regione invadono la città. Lo sciopero generale è un’immenso raduno di protesta pacifica. Ma davanti alla procura scoppiano scontri violenti con la polizia, e la sera il clima si fa di nuovo teso

La concentrazione in plaça Cinc d’Oros;  la marcia per la libertà, manifestanti davanti alla Sagrada familia e i disordini davanti alla procura in in Via Laietana

La concentrazione in plaça Cinc d’Oros; la marcia per la libertà, manifestanti davanti alla Sagrada familia e i disordini davanti alla procura in in Via Laietana

Più di mezzo milione di persone è sceso ieri in piazza a Barcellona per protestare «per i diritti e per le libertà», come recitava lo striscione in testa alla manifestazione. Lo sciopero generale è stato convocato da due piccoli sindacati legati all’indipendentismo, Csc e Iac, ma è riuscito - come già accaduto in passato - a radunare una marea di persone, unite dall’indignazione per una sentenza sproporzionata e dalla frustrazione perché la politica non è stata in grado di trovare alcun modo per canalizzare l’aspirazione all’indipendenza che moltissimi catalani sentono. Un’aspirazione al cambiamento che oggi prende la forma, ancora una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.