closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il mondo sgargiante dell’impermanenza

Sensi cromatici. Intorno al libro «Il colore nell’arte» (Jaca Book) e la storia del colorificio Dolci di Verona

Vetrina campionaria dei colori storici

Vetrina campionaria dei colori storici

Erminia, in Un giorno e mezzo di Fabrizia Ramondino, dice che da bambina vedeva Napoli da un balcone di Capodimonte come un prezioso tappeto intessuto di fili rossi, gialli, verdi, rosa, viola. «Il blu si confondeva tra tanto cielo e mare; aveva cercato invano fra gli azzurri e i violetti, puntando il dito fra di essi come ad aprire una fessura che lasciasse trasparire il misterioso colore». Certo, l’indaco – un’«invenzione» di Newton - è il più misterioso di tutti, ma i colori tutti sono un mistero. Secondo Wittgenstein, «ci inducono a filosofare» e se la filosofia consiste nel porre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi