closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il jazz che arriva dal freddo

Note sparse. Che bello il sound dei nove artisti svedesi, gli Angles 9. Un album folgorante con pezzi tutti firmati dal sassofonista Martin Kuchen

Gli Angles 9

Gli Angles 9

Sono in nove e vengono dalla Svezia. Ma niente a che fare con atmosfere brumose, languidezze simil-folk e lunghi silenzi. I nomi dicono poco se si esclude il trombettista Magnus Broo. Sezione ritmica con vibrafono e fiati. Niente di particolarmente azzardato insomma. Già con il precedente Injuries si erano fatti notare come una delle proposte più sorprendenti del nuovo jazz europeo. Con questa nuova incisione confermano e rilanciano. Non-jazz, anti-jazz, post-jazz? Quello che è certo è che suonano compatti come una falange spartana. La ricetta è semplice: scansioni ritmiche implacabili, riff incalzanti, assoli avantgarde. Tutti pezzi a firma del sassofonista...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.