closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il comunismo dell’atleta

Sport. Lo storico Sergio Giuntini al convegno "Sport e rivoluzione"

Aleksandr Deineka

Aleksandr Deineka "Il portiere" (1934)

Anche lo sport ebbe il suo Ottobre Rosso, a seguito del quale fu costituita l’Internazionale rossa dello sport con riflessi rilevanti sul movimento sportivo operaio italiano. A Vercelli al recente convegno Sport e Rivoluzione, promosso dalla società italiana di storia dello sport, abbiamo posto alcune domande allo storico Sergio Giuntini. Lenin era uno sportivo? Non praticava alcuna attività sportiva, amava giocare a scacchi, però aveva ben chiaro l’importanza dello sport. In una raccolta di scritti sulla questione femminile, elaborati poco prima e subito dopo la Rivoluzione d’Ottobre scrive: " Il comunismo deve apportare non l'ascetismo, ma la voglia di vivere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi