closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

I migranti annegano ma l’Unione Europea pensa ai rimpatri

Diritti. La Commissione presenta la strategia del Patto su migrazione e asilo: al centro gli allontanamenti volontari degli «irregolari». Intanto la Ocean Viking, unica nave umanitaria in zona Sar, salva 236 persone

Il soccorso di ieri della Ocean Viking

Il soccorso di ieri della Ocean Viking

Chi sperava che la strage di 130 persone della scorsa settimana potesse causare un sussulto di pietà da parte dell’Unione Europea può riporre le speranze in un cassetto. Al «momento della vergogna», invocato domenica da papa Francesco, è subentrato presto quello del «pragmatismo», messo sul piatto ieri dal vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schoinas e dalla commissaria agli Affari interni Ylva Johansson. Pragmatismo in questo caso significa ribadire, nonostante tutto, il focus principale del Patto su migrazione e asilo presentato il 23 settembre scorso: allontanare tutti coloro che non riescono ad accedere all’asilo. COSÌ IL CENTRO della nuova strategia europea...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi