closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Hong Kong, condannati 7 attivisti: «Corteo non autorizzato»

Asia. Il 18 agosto 2019, un milione e 700mila persone marciarono pacificamente nell'ex colonia britannica. Ieri una corte distrettuale ha riconosciuto colpevoli i volti noti del dissenso locale di aver organizzato e preso parte alla protesta

Lee Cheuk-yan, una delle attiviste condannate ieri

Lee Cheuk-yan, una delle attiviste condannate ieri

Un processo durato quattro settimane e un giudizio scontato. Il primo aprile era una data attesa e temuta per sette noti attivisti di Hong Kong, tra cui il magnate dei media locali Jimmy Lai e il «padre della democrazia» Martin Lee. La giudice Amanda Woodcock della corte distrettuale dell’ex colonia britannica li ha ritenuti colpevoli di aver organizzato e preso parte a una manifestazione non autorizzata il 18 agosto 2019, quando circa un milione e 700mila persone marciarono pacificamente nelle strade della città, andando contro gli ordini della polizia. I NOMI DEI SETTI ACCUSATI sono quelli di personalità di spicco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi