closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Grecia, sotto attacco due giornali della sinistra

Informazione. Mandato di cattura per Kostas Vaxevanis, il direttore-editore del quotidiano «Documento», e minaccia di querela dei poliziotti contro «Efimerida ton Stntakton» per aver denunciato le torture dei manifestanti

Kostas Vaxevanis

Kostas Vaxevanis

Dopo i pestaggi per strada e nelle celle della questura è arrivata l’ora dell’informazione. Due «smentite» con avvisi di querela e un mandato d’arresto emessi da poliziotti greci contro due giornali di sinistra nel fine settimana. Il mandato d’arresto riguarda il giornalista Kostas Vaxevanis, direttore ed editore del coraggioso giornale domenicale Documento, uno dei due che ha denunciato le torture dentro la questura di Atene, in seguito alle grandi manifestazioni proprio contro la brutalità poliziesca. Documento insieme con Efimerida ton Syntakton aveva pubblicato le testimonianze dei giovani manifestanti pestati duramente dentro le celle. Ventidue poliziotti, di servizio al settimo piano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.