closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Fuga oltre confine, prima tappa Bulgaria

Sono centinaia i profughi siriani che attraversano le frontiere bulgare rischiando spesso di finire in carcere. Rinchiusi nei centri di transito aspettano lo status di rifugiati senza certezze

Profuga siriana nel

Profuga siriana nel "centro chiuso" di Lubimets in Bulgaria

«Yasser, come Yasser Arafat?». «Yasser, come qualcuno che cerca un po’ di pace su questa terra». I passi frusciano appena percettibili sull’acciottolato, mentre attraversiamo l’ampia e vuota piazza centrale di Svilengrad, pochi chilometri dalla frontiera con Turchia e Grecia, immersi nella luce che avvolge il pomeriggio ancora caldo di settembre. «La prima volta che sono venuto in Bulgaria, nel 2008, partecipavamo a un festival folkloristico a Pernik. È stato bello. ’Mi piacerebbe vivere qui’, mi ero detto allora. Non sapevo che ci sarei tornato per scappare da un incubo e finire in questo vicolo cieco». Yasser è un palestinese di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi