closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Evapora il partito della nazione

Post regionali. L’autoinganno di Renzi che nell’analisi del voto salta il punto centrale. Parla di tre opposizioni (destra, M5S e Landini), ma il voto certifica che anche il Pd è una minoranza

Matteo Renzi

Matteo Renzi

Nella direzione Pd abbiamo visto il solito Renzi, quasi come se nulla fosse accaduto. Le ragioni per lui, i torti per gli altri. Nessuna apertura alla minoranza interna, che anzi viene crocifissa sui cattivi risultati. Sulle riforme avanti, ne va della credibilità in Europa (ancora?). Per la scuola, che ha terremotato il paese, la graziosa offerta di ben 15 o 20 giorni di riflessione. Per pensare cosa? Colpisce la mancanza di analisi del punto centrale. Emerge con evidenza dalle cifre elettorali e dai commenti post-voto il fallimento del disegno strategico di un partito della nazione volto ad essere la Dc...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.