closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Esplode impianto chimico a Leverkusen: due morti e 31 feriti

Non c'è pace in Vestfalia. «Estrema minaccia per la popolazione», ma non c’è chiarezza su quali siano le sostanze rilasciate nell’aria. Cinque i dispersi

«Rifugiatevi subito all’interno degli edifici, chiudete bene porte e finestre». Il telegrafico, categorico, ordine della Protezione civile ai residenti del quartiere di Bürrig (la zona industriale di Leverkusen) restituisce le dimensioni del disastro ambientale perfino più della mega-nube nera visibile fino a Colonia. UN VERO E PROPRIO «FUNGO» chimico alto ben tre chilometri che le autorità del Nordreno-Vestfalia non hanno esitato a classificare come «estrema minaccia per la popolazione», ancora prima di indagare quali sono le sostanze rilasciate nell’aria dall’esplosione del deposito di serbatoi per solventi dell’impianto di trattamento dei rifiuti speciali gestito dalla società «Currenta». Ieri pomeriggio il bollettino...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.