closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Draghi difende la fortezza Europa: «L’Euro è irrevocabile»

Muro contro muro. Contro Le Pen e il protezionismo di Trump il presidente della Bce ribadisce l’austerity e il monetarismo del Trattato di Maastricht: «fu una decisione coraggiosa che ha segnato l'integrazione europea». Al parlamento Ue: «Timori da protezionismo e da modifica delle regole finanziarie»

Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea

Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea

«L'euro è irrevocabile». È il monito di Mario Draghi pronunciato in un'audizione al parlamento europeo all'indomani dell'annuncio di Marine Le Pen sull'uscita della Francia dall'Eurozona (e dalla Nato). Il custode del progetto dell'Unione Europea, criticato da destra e da sinistra, dall'interno e dall'esterno del continente, ha inoltre lanciato l'allarme per il protezionismo americano di Trump che ha dato il via libera alla revisione del trattato Dodd-Frank e di Basilea 3: «Aspettiamo di vedere a cosa puntano gli Usa. L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è allentare la regolazione finanziaria». SUL TRATTATO DI MAASTRICHT del 1992, deficit pubblico sotto il 3%...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.