closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Draghi col bazooka, bloccata l’esportazione dei vaccini

Sovranismo Vaccinale. Primo nell’Ue, ma con l’ok della Commissione, il premier ha vietato l’export all’Australia. Giorgetti promette 400-500 milioni di soldi pubblici alle aziende farmaceutiche per la produzione di sieri. Speranza chiede che AstraZeneca sia esteso agli over 65 come in Francia e Germania

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e il commissario europeo Thierry Breton

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e il commissario europeo Thierry Breton

Il primo atto del «sovranismo vaccinale» invocato dalla destra - ma anche da buona parte della sedicente sinistra di governo - lo compie il governo Draghi. L’Italia ha bloccato la consegna di 250mila dosi di vaccino AstraZeneca infialato alla Catalent di Anagni. La decisione è stata avallata dalla commissione Europea anche perché il blocco è reso possibile proprio dal sistema annunciato da Ursula Von der Leyen a fine gennaio (Regolamento di esecuzione Ue 2021/111 della Commissione, approvato il 30 gennaio) dopo lo scontro con Astrazeneca sulla carenza di forniture rispetto al Regno Unito: se il vaccino è prodotto in un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi