closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Dl Dignità a passo di gambero, via la «causale» sugli stagionali

Precariato. Mattarella ha firmato il primo provvedimento del governo Conte. Alla Camera la discussione inizia tra 9 giorni. Ipotesi su nuovi incentivi alle imprese. Duro scontro con i sindacati sul ritorno dei voucher imposto dalla Lega. Camusso (Cgil) polemica sui voucher: «Indecenti»

Il vicepremier, ministro del lavoro e dello sviluppo Luigi Di Maio

Il vicepremier, ministro del lavoro e dello sviluppo Luigi Di Maio

Non solo saranno reintrodotti i voucher nel turismo e in agricoltura nella discussione parlamentare, ma nel decreto dignità, ieri sera finalmente firmato dal presidente della Repubblica Mattarella, è stata eliminata la causale per i contratti per attività stagionali che potranno essere «rinnovati o prorogati» senza indicare specifiche motivazioni che l’azienda deve fornire per giustificare la proroga dei contratti a termine. Tutto questo mentre si fa sempre più concreto il rnnovo degli incentivi alla trasformazione dei contratti a tempo determinato in indeterminato nella discussione parlamentare che inizierà alla Camera dal 24 luglio. Tale possibilità è stata ipotizzata dal ministro del lavoro e sviluppo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.