closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Caso Clinton, segreti via mail da 38 funzionari della Casa bianca

Stati uniti. Si chiude l'inchiesta triennale su 33mila email dell'ex segretario di Stato: riscontrate centinaia di violazioni. Intanto lei accusa la democratica Tulsi Gabbard di essere una marionetta russa

L'ex segretaria di Stato Hillary Clinton

L'ex segretaria di Stato Hillary Clinton

Il Dipartimento di Stato ha completato le indagini, cominciate tre anni fa, sull’uso della email privata dell’ex segretario di Stato Hillary Clinton e ha riscontrato violazioni da parte di 38 persone. Alcune potrebbero essere soggette a provvedimenti disciplinari. L’inchiesta ha stabilito che quelle 38 persone sono «colpevoli» in 91 casi di invio di informazioni riservate, finite nell’email personale di Clinton, stando a quanto scritto in una lettera inviata al senatore repubblicano Chuck Grassley e resa pubblica venerdì. Sono tutti attuali ed ex funzionari del Dipartimento di Stato, ma non sono stati identificati. Anche se il rapporto dice che in generale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.