closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Cartolina dal futuro nazionalpopulista

Trump-Salvini. Una nazione ostaggio dei propri governanti, nel segno della demagogia e del rancore. L’esperienza americana degli ultimi 18 mesi può essere letta come un triste pronostico per l’Italia

Prima di partire per il G7 della discordia e per il summit con Kim Jong Un (“non serve prepararsi in questi casi è l’atteggiamento che conta!”), Donald Trump ha festeggiato il 500mo giorno in carica litigando con la squadra campione del Superbowl, i Philapdephia Eagles, bannati dalla Casa Bianca per “mancato rispetto” al presidente. L’ultimo siparietto da líder maximo ha avuto eco puntuale nel contenzioso aperto da Matteo Salvini con Mario Balotelli. Piccoli aneddoti a sottolineare la specularità fra l’incipiente regime populista italiano e il caotico regno di Trump. Non è un caso che i due governi si siano affiancati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.