closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Bonomi a testa bassa contro lo sciopero. Landini: lui non ne ha mai avuto bisogno

La protesta. Confindustria e la destra contro i sindacati: «Folle e assurda la scelta dei sindacati». Conte: vanno ascoltati.

Maurizio Landini con il segretario Uil Pierpaolo Bombardieri

Maurizio Landini con il segretario Uil Pierpaolo Bombardieri

Lo sciopero generale? «Un problema per l’Italia», una manifestazione identitaria», uno «strumento rituale». Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, va all’attacco dei sindacati, in compagnia delle destre. «Sciopero folle e assurdo», gli fa eco Matteo Salvini. «Landini si è montato la testa e sicuramente non vuole bene all’Italia: spero ci ripensi». Il leghista si rivolge al Pd: «Spero che dica e faccia qualcosa perché bloccare il paese il 16 dicembre nella condizione sanitaria, sociale ed economica che stiamo vivendo sarebbe una follia». Bonomi rincara la dose: «Chi viene penalizzato è il mondo del lavoro e delle imprese. Credo che gli italiani...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.