closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Big tech al sostegno della repressione cinese

Cina. Dati, Ai e modelli predittivi forniti dalle grandi aziende aiutano la Cina nel controllo totale della minoranza uigura in Xinjiang

Big data, crediti sociali e polizia predittiva sono utilizzati per identificare gli uiguri da internare nei centri di rieducazione della regione cinese dello Xinjiang. Sono proprio le tecnologie di ultima generazione a essere finite al centro di un rapporto shock diffuso dalla Human Rights Watch (Hrw), basato su un leak ottenuto nel 2018, che fa luce sugli strumenti utilizzati da Pechino per garantire l’efficacia del sistema detentivo nella regione autonoma cinese. IL GRUPPO PER LA TUTELA dei diritti umani ha trascorso gli ultimi due anni ad analizzare un database contenente i nomi di 2000 uiguri detenuti tra il 2016 e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi