closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«Bias, l’insidia per il cervello ecologista»

Intervista. Secondo Cristiano Bottone, di «Transition Italia», per affrontare la sfida epocale del cambiamento climatico bisogna superare gli errori cognitivi che ci impediscono di affrontare i processi di cambiamento

Fra i vari movimenti ecologisti il «Movimento della Transizione» è indubbiamente uno dei più completi, capace di tenere assieme tutti gli aspetti importanti del cambiamento, da quelli macroscopici come l’analisi dei sistemi socio-economici e naturali, a quelli più piccoli come i processi di cambiamento individuale. Si tratta di un movimento nato a Totnes, in Inghilterra, nel 2002 e presto diffusosi in tutto il mondo con l’obiettivo di traghettare la nostra società industriale verso un modello più resiliente, sostenibile, equo e - perché no? - felice. Per chi si occupa di Transizione lo studio dei bias cognitivi e dei meccanismi più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.