closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Assalti alle case arabe in Israele. Bruciata una sinagoga. Civili di Gaza in fuga

Riserva di caccia. Non si arresta l'ondata di violenze tra arabi ed ebrei che vede come protagonista la destra estrema. Non cessano i raid aerei di Israele e i lanci di razzi di Hamas. Sono più di 100 i palestinesi uccisi

Scontri a Lod

Scontri a Lod

«Chiudetevi in casa, sbarrate le porte». È uno dei messaggi che si scambiavano ieri i palestinesi di Ein Hayam (Wadi Jamal in arabo), quartiere di Haifa a due passi dal mare. Munir abita lì da quando è nato. Ci diceva ieri di non aver mai visto o sentito cose simili ad Haifa. «I kahanisti (destra estrema ebraica, ndr) si sono radunati al German Colony – raccontava – e minacciano di venire anche qui, come hanno fatto ieri (mercoledì) in altre zone di Haifa, vanno a caccia di arabi». Non sono scontri tra ebrei e arabi, ci ripeteva. «I miei vicini...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi