closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Asia World», l’impero insanguinato di Steven Law

Myanmar. Il magnate birmano con 24 identità che fa affari con la giunta militare e ricicla i suoi soldi

Un ritratto di Tun Myint Naing, aka Steven Law

Un ritratto di Tun Myint Naing, aka Steven Law

Il suo nome “occidentale” da uomo d’affari dell’Asia World Company è Steven Law. Quello birmano di nascita (classe 1958), Tun Myint Naing. Ma gli statunitensi, di sue identità, ne mettono insieme ben «24, degli alias conosciuti» dall’ambasciata Usa a Yangon e dalla Drug enforcement agency (l’agenzia antidroga a stelle e strisce). Lo rivela un cablogramma «confidenziale» diffuso da Wikileaks, al quale si possono fornire anonimamente documenti riservati. L’allora ambasciatrice degli Stati uniti in Myanmar, Shari Villarosa, il 28 dicembre 2007 lo invia a tutta una serie di soggetti (governo Usa, agenzie d’intelligence come la Cia, delegazione americana all’Ue, Onu, governi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.