closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Anche il Mise contro Fca: non può chiudere Pregnana

Automotive in Crisi. Tavolo al ministero sul piano Cnh: il governo con i sindacati critica i 370 esuberi. Il gruppo conferma il destino della fabbrica milanese. E per gli altri siti la ristrutturazione

Il mondo ex Fiat sempre più in subbuglio. Proteste e scioperi massicci, impensabili solo fino a qualche anno fa. Colpa dei piani di chiusura e dei ritardi dell’araba fenice sempre promessa e mai mantenuta: la piena occupazione per gli ex 86mila dipendenti italiani del gruppo ancora controllato dagli Agnelli. Marchionne aveva chiuso Termini Imerese e Valle Ufita all’inizio della sua «rivoluzione» nel decennio scorso. Ora chi ne ha preso il testimone ha deciso la prima chiusura della nuova era: Pregnana Milanese. Ieri si è tenuto il tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico sul piano di Cnh industrial, pronto alla separazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.