closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Acropoli, lo sfregio del cemento

Patrimonio a rischio. Despina Koutsoumba e Yiannis Theocharis, presidente e vice-presidente dell’Associazione degli archeologi greci, raccontano l'incredibile intervento che ha seppellito la rocca primigenia, sito archeologico anch'essa, in una colata di asfalto. «Inizialmente presentato come un progetto per le persone con mobilità ridotta, ha invece un intento ideologico funzionale alla commercializzazione del luogo, trasformando il monumento in 'macchina' al servizio delle masse. Il governo da quindici anni subisce le pressioni dei tour operators, soprattutto quelli specializzati in crociere»

L'intervento sull'Acropoli (foto di Despina Koutsoumba)

L'intervento sull'Acropoli (foto di Despina Koutsoumba)

Dal VI secolo a.C., con cadenza quadriennale, il ventottesimo giorno del mese di Ecatombeone, corrispondente al periodo tra luglio e agosto, l’intera polis di Atene si radunava prima dell’alba nei pressi della sacra porta del Dipylon, nel quartiere del Ceramico. Da lì, cittadine e cittadini liberi nonché schiavi e meteci percorrevano la via delle Panatenee, attraversavano l’Agorà e ascendevano all’Acropoli. Il corteo si fermava davanti all’altare di Atena Polias per compiere il sacrificio di cento buoi e offrire alla dea tutelare della città un peplo di lana tessuto da nobili vergini, le ergastine. Le Grandi Panatenee, la maggiore festa religiosa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.