closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

600 mila morti dopo, non c’è vaccino per l’eredità di Trump

Stati disuniti. Troppi no vax tra gli elettori repubblicani nell’America che riapre. Spaccata come e più di prima anche sulla pandemia. Una tragedia sanitaria e politica

Manifestazione No Vax davanti a un ospedale di Baytown , in Texas

Manifestazione No Vax davanti a un ospedale di Baytown , in Texas

Seicentomila morti, più di quelli caduti durante i cinque anni della Guerra di secessione, il più sanguinoso dei conflitti in cui gli Stati uniti sono stati coinvolti dal 1776 a oggi. Questo è il bilancio provvisorio dell’epidemia in America, un bilancio destinato inevitabilmente ad aggravarsi perché fino ad oggi solo il 55% della popolazione è stato vaccinato. MALGRADO LO SFORZO EROICO dell’amministrazione Biden, che è riuscita a somministrare 200 milioni di dosi di vaccino nei primi 100 giorni dall’ingresso in carica, la situazione resta incerta e preoccupante perché l’eredità della follia criminale di Donald Trump pesa come un macigno. Lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.