closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Zhang Junzhao, il racconto di un’altra Storia con la macchina da presa

Cinema. Scomparso a 65 anni, il suo film d'esordio «The One and the Eight» è considerato il manifesto della Quinta Generazione del cinema cinese

«Ci siamo ispirati a un lungo poema di Guo Xiaochuan sulla guerra contro i Giapponesi. La nostra troupe era composta da giovani appena diplomati alla Scuola di cinema di Pechino, nessuno era abbastanza vecchio per aver vissuto quella guerra. Abbiamo adattato il testo di partenza perché la visione della guerra che ne scaturiva era diversa da quella che di solito si trova in letteratura. Non vengono affrontati i rapporti fra i soldati e la popolazione, o come due eserciti si combattono fra loro, ma si narra una tragica storia di cui non si parla nelle cronache ufficiali o negli aneddoti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.