closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Yuk Hui interprete tra due mondi

Itinerari critici. A proposito di «Cosmotecnica» (edizioni Nero), un saggio del filosofo asiatico

Matt Devine, «Swift» (2021)

Matt Devine, «Swift» (2021)

Yuk Hui è uno dei più interessanti filosofi della tecnologia contemporanei. Si è formato tra Hong Kong e l’Europa e si propone di gettare ponti tra la filosofia occidentale e quella cinese, per rifondare la comprensione della tecnologia e rivendicare la necessità di una tecnodiversità. Recentemente è stato pubblicato in italiano uno dei suoi testi più significativi: Cosmotecnica. La questione della tecnologia in Cina (Nero, pp. 288, euro 20, traduzione di Sara Baranzoni), uscito in inglese nel 2016, a cui sono seguiti altri due libri (Recursivity and contigency, 2019 e Art and cosmotechnics, 2021) non ancora tradotti in italiano. IL...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.