closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Xi Jinping a Davos: uniti nella ripresa, no a scontri di civiltà

Il presidente cinese ha aperto i lavori. Xi ha auspicato una «competizione equa», il contrario cioè di «pratiche unilaterali» chiedendo infine un miglioramento della governance globale

Xi Jinping a Davos nel 2017

Xi Jinping a Davos nel 2017

Xi Jinping torna a Davos, seppure virtualmente, dove aveva aperto i lavori del forum economico mondiale nel 2017; allora Xi si produsse in una difesa della globalizzazione, ponendo la Cina come potenziale guida responsabile: si era da poco insediato Trump e il presidente cinese aveva colto i primi segnali di isolazionismo americano per lanciare ulteriormente il progetto cinese di Nuova via della seta. Ieri Xi Jinping ha parlato mezz'ora con toni tutto sommato concilianti, aspettando al varco il neo presidente americano, attraverso una serie di messaggi di cautela e di rispetto, nonché con l'invito a non giudicare i vari Stati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi