closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

War games nei cieli italiani con i caccia israeliani reduci da Gaza

Falcon Strike 21. Partita domenica 6 dalla base di Amendola (Foggia) l'esercitazione congiunta con gli aerei di Italia, Usa, Regno Unito e Israele. Per i nuovi F35 di Tel Aviv è finora il test più importante. Servirà, secondo i media dello Stato ebraico,«per la guerra all’Iran»

Dodici giorni di esercitazioni aeronavali con l’uso dei più avanzati sistemi missilistici in un’area geografica che dai poligoni della Sardegna si estende sino alla Campania, alla Basilicata e alla Calabria, al Golfo di Taranto e al mar Ionio. Un test strategico della potenza di fuoco dei nuovi cacciabombardieri in dotazione alle aeronautiche di Italia, Stati Uniti d’America, Regno Unito ed Israele, paese quest’ultimo che solo un paio di settimane fa è stato l’autore dei sanguinosi bombardamenti nella striscia di Gaza. E proprio Israele, tramite un portavoce delle forze armate, fa sapere che la maxi-esercitazione negli spazi aerei e nelle acque...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi