closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Vittoria Fiom alla Sicor: tornano contratto nazionale e aziendale

Vertenza al Femminile. Per la fabbrica di ascensori di Rovereto si è mobilitato tutto il Trentino contro il "modello Marchionne"

Il presidio della Fiom alla Sicor di Rovereto

Il presidio della Fiom alla Sicor di Rovereto

Nel placido Trentino è stata un estate-autunno molto caldo. Oltre ai 174 dipendenti della Sicor (motori per ascensori) che dal 20 luglio hanno iniziato la loro battaglia contro la nuova proprietà spagnola che aveva deciso di disdettare la contrattazione aziendale tagliando 14esima e premio di risultato nonostante risultati positivi nel 2019, tutta la vallata di Rovereto si è mobilitata capendo che se il «modello Marchionne» proposto fosse passato alla Sicor poi sarebbe toccato a tutti rinunciare al contratto nazionale. La battaglia si è chiusa lunedì con la pronuncia del tribunale del lavoro di Rovereto e una vittoria tutta femminile. La...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi